Desperate Driver, parte 2 4


Traffico caotico Vi avevo lasciato con le mani nel frigo intenti a prepararvi un panino con il Pesce Più Veloce : il Tonno Insuperabile.
Ora che vi siete rifocillati possiamo riprendere con la seconda parte dei 10 automobilisti che non vorresti mai avere davanti a te !

  1. I furbi : pensano che tu stia in fila perché nato con qualche etto di cervello in meno del loro e ritengono utile farti notare la genialità del poter passare nella corsia di emergenza per evitare la fila. Spesso si scontrano con i bastardi , categoria di cui faccio parte, che "casualmente " non sono ben incolonnati nella loro corsia e, purtroppo , invadendo una fetta di quella di emergenza, li bloccano.
  2. I Bus School : ovviamente da noi mancano per cui si tratta dei genitori (vedi anche "La Mamma ") che devono correre alla scuola del pargolo, lanciarlo al volo e tentare di arrivare in tempo in ufficio. Ovviamente in questo gioco tutto è lecito per cui parcheggiare in settima fila occupando il 95% della carreggiata è normale prassi. Da parte mia portare il pimpaperi e bersagliare il cucciolo d’uomo mentre corre al riparo delle mura scolastiche è perfettamente lecito … e anche molto divertente!
  3. Gli "Opss .. non sapevo fosse contromano ": si trovano spesso in alcune vie particolari dove la segnaletica scarseggia e in alcuni giorni e ore della settimana (tipo sabato e domenica sera) il traffico si triplica. Hanno la triste abitudine di occupare interamente una strada a due sensi di marcia cosicché quando si giunge ad imboccarla si trova l’intera carreggiata occupata da macchine contromano. I "malfattori " ti fissano con espressioni diverse che vanno dal "mi spiace tanto … " al "AH-AHHH! " di Nelson al "ah deficiente! non lo vedi che sei contromano?!? ". Spesso immagini di funghi atomici che li vaporizzano aiutano a calmare i nervi.
  4. I Rulli Compressori : sono gli autisti di bus, camion e SUV. Loro vanno , se poi ci sei tu sulla loro strada che colpa ne hanno?
  5. Gli arbitri : questa è una categoria trasversale a molte (a tutte?) quelle già elencate. Sono presi dalla sindrome del cartellino rosso . Appena commetti un errore (o quello che loro ritengono esserlo) scatta la clacsonata . Impossibile, per loro, concepire la possibilità di lasciarti andare via tranquillo senza farti notare la scorrettezza (ipotetica ) fatta.

Ovviamente il rischio di incorrere nella Pippo-trasformazione è grande. La tentazione di impennare su due delle quattro ruote a disposizione , attaccandosi al clacson e sfrecciando come pazzi contromano sul Grande Raccordo Anulare a volte raggiunge livelli insopportabili.

Penso che tenterò di diminuirlo acquistando e tenendo in macchina, come monito , uno di questi modellini.
Posseggono una caratteristica molto particolare: hanno fatto tutti una pessima fine !

urban collectables

Sono ritoccate a mano e potete acquistarle qui .

Vi ho parlato dei 10 automobilisti che temo di più , quali sono i vostri?


Se vuoi dire la tua ... DILLA!

4 commenti su “Desperate Driver, parte 2

  • Carla

    L’automobilista che temo di più sono io quando sono stanca, incavolata e sto sulla macchina vecchia.Perchè se vedo un paraculo col cavolo che freno.
    es.
    Una volta sono uscita da lavoro con più di un ora di ritardo, mi son fatta tutto il viadotto praticamente da parcheggiata,arrivo all’uscita per andare verso Monte cucco (magari qualcuno la conosce) dove ti devi fermare e far passare a dx e sx.T’arriva un paraculo che prende e si mette in modo che quando io giro lo compro,poi lui tagliandomi la strada mi passerebbe avanti…secondo lui.
    Io quando ho visto che non c’era nessuno invece di girare sono andata dritta tagliando la strada a lui che s’è dovuto fermare in mezzo alla strada.A questo punto, tanto io ormai stavo in ritardo, ho cominciato ad andare a 10 all’ora e lui mi stava attaccato al culo x superare,appena ho visto che dalla corsia opposta arrivava l’ultima macchina ho accelerato e appena passata mi son buttata sull’altra corsia,così quando lui è andato per superarmi s’è trovato a me davanti e non ha potuto farlo.Poi sono rientrata in corsia ho frenato e son tornata a 10 all’ora…cazzarola ha imparato a mantenere la distanza,cavolo come sono una brava insegnante!!! Dopo un pò di strada gli ha detto bene che io giravo e lui andava dritto.
    Dopo qualche giorno stavo per rifarlo con una moto…poi ho visto che dietro c’era un ragazzino piccolo mi son trattenuta…a malincuore xchè almeno le cose della vita come funzionano lo imparava subito 😈 ..xò… poi ce l’avrei avuto sulla coscienza 🙄
    Mi chiedevi che film era quello che ti citavo.Credo fosse un episodio dei “Nuovi mostri” ma devo ricordarmi di chiedere conferma a casa.
    Ciao a tutti
    Carla

  • Teo

    il giorno che il mondo si convertirà alle due ruote le tue rubriche crolleranno nel baratro delle tue coscie…nze… io intanto mi godo i vs problemi e sfreccio tranquillo in mezzo al traffico…
    doh… comincia a piovere e non ho l’antipioggia appresso 😯 😯