Il Vecchio e il Mare e lo strano Alieno sulla schiena …

Pollo abbronzato Io e il mare siamo incompatibili . Non ci sopportiamo. Tentiamo di eliminarci a vicenda !

Solo che lui, il mare, ha molte più risorse , e quindi possibilità, di me di riuscirci.

Ha la Sabbia , con cui tenta di rendermi la permanenza sulla spiaggia impossibile infilandosi fastidiosamente dappertutto (si anche e principalmente proprio !).

Ha il Sole , che con la sua luce brucia le mie sensibili retine che, anche d’Inverno, sono protette da spessi occhiali da sole neri e figuriamoci d’Estate, al mare, cosa dovrei indossare …

Ha (ancora) il Sole che con i suoi raggi UV cuoce la mia pelle bianca come la mozzarella (e con la sua stessa morbidosa consistenza ) rendendola in pochi minuti rossa e squamata come quella di un wurstel in padella.

Ha i Sassi (quando non c’è la Sabbia) che procurano delle fitte lancinanti ai miei piedi dolci (mai avuto calli in vita mia!) facendomi apparire, ad ogni passo, l’immagine di una sbeffeggiante Madonna che mi chiede sogghignando "Ma Perchè sei venuto al Mare ?"

Ha la Noia , infatti, a parte le donnine in bikini (meglio se senza) che c’è da fare al Mare ?

Eppure, a volte, andare al Mare può diventare una esigenza ! Come in quei casi, per esempio, in cui ti viene chiesto di partecipare ad una cerimonia ufficiale per la quale è necessario vestirsi di scuro rendendo il contrasto con la pelle cadaverica insopportabile per l’occhio umano.

Ma esistono anche degli ottimi e "naturali" rimedi a queste situazioni come, per esempio, le docce solari . Io ne feci solo una , la mia prima e ultima, poco più di un anno fa. Dopo essermi spalmato di crema a protezione 1000 mi infilai ignudo, come una ricotta antropomorfa , nella doccia solare per i 10 minuti previsti dalla seduta uscendone, apparentemente , come prima.

O almeno così io credevo visto che a sera incominciai ad avvertire sulla schiena lo stesso intenso piacere che credo provi la vittima di una ustione di terzo grado ! Dopo una attenta analisi ne scopri la causa: nella fase di incrematura non ero riuscito ad arrivare bene sulla schiena per cui alcune zone, della forma della mia mano , erano state adeguatamente protette e altre no.

Risultato: sulla schiena faceva bella mostra di sé una rovente chiazza aliena dalle strane forme e pulsante di vita propria e che mi costrinse, per più di un mese , a nutrirla a base di barattoli e barattoli di Nivea .

Ci sarà stato pure un motivo valido per cui nel secolo scorso la pelle bianca era simbolo di Nobiltà

Se vuoi dire la tua ... DILLA!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

6 commenti su “Il Vecchio e il Mare e lo strano Alieno sulla schiena …”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: