Egitto, giorno 3 : Il Treno della Speranza 2


Cairo - Museo Egizio - Interno Il terzo giorno decidiamo di dedicarlo parzialmente al Museo Egizio riflettendo che un posto tranquillo e con l’aria condizionata è proprio quello che ci vuole per riposarsi un pò … Illusi !

Arriviamo nel quartiere Midan Tahrir , nel centro del Cairo, con il solito taxi e cerchiamo di capire dove fare una veloce colazione . Dopo qualche giro infruttuoso chiediamo informazioni ad un distinto passante (insomma: il solito errore! ) che ci dice di seguirlo e ci trascina nella sua bottega di profumi !

Cairo - Midan Tahrir

Ci racconta uno strano aneddoto sul fatto che Sophia Loren è stata una sua acquirente e tenta di farci accomodare per farci provare (e acquistare) il suo campionario di oli profumati .
Ci opponiamo fieramente e scappiamo via ignorando le sue accalorate urla .

Decidiamo che il posto migliore dove fare colazione è nel bar-ristorante del Museo e lì consumiamo qualche omelette egiziana e del caffè turco.

Dopo aver salutato (ero convinto per sempre ) la mia macchinetta fotografica abbandonata al Security Box (un vetusto mobile di legno su cui venivano appoggiate tutte le attrezzature elettroniche proibite nelle sale interne) entriamo finalmente nel Museo .

Cairo - Museo Egizio

Il colpo d’occhio è notevole : immaginate un enorme spazio pieno di gente ma, soprattutto, strapieno di reperti egiziani accatastati in ogni buco e nicchia, buttati per terra e appesi alle pareti .

Le teche e i cordoni protettivi sono rarissimi e le targhette esplicative sono praticamente assenti. Non esiste una mappa del Museo e così l’indicazione del percorso da seguire!

Insomma il fresco e tranquillo ambiente che speravamo di trovare si rivela, invece, un caldissimo inferno affollato e pieno di reperti favolosi .

Giriamo affascinati per le varie stanze ammirando, tra le altre cose, gli 11 chili di oro che costituiscono la Maschera funeraria di Tutankhamon , le Mummie Reali , centinaia di sarcofagivasi canopi e statue di tutte le dimensioni.

Completato il giro del Museo optiamo per una passeggiata rilassante sul Lungo Nilo . La guida la indica come una attività piacevole, con percorsi freschi e ombreggiati dove si può trovare rifugio dal caos della città.

Ovviamente non tutto il Lungo Nilo è così, infatti noi finiamo in una zona ancora più caotica dove rischiamo la morte a causa degli intensissimi gas di scarico delle autovetture e dai quali tentiamo di scappare rifugiandoci nelle hall di alcuni alberghi di lusso (un pò anche per curiosare su come vivono i ricconi) come l’Hilton e il Four Seasons .

Cairo - Lungo Nilo

Sul calare della sera ci dirigiamo alla stazione dei treni a Giza . La mattina, infatti, abbiamo fatto il check-out dall’albergo e lasciato lì bagagli portandoci appresso (nel mio pesante zaino) poche cose essenziali.

Per arrivarci prendiamo la metro (vagoni separati per uomini e donne ) e arriviamo con una mezz’ora di anticipo sulla partenza del treno che, poi, partirà con quasi un’ora di ritardo.

Giza - Train Station

Nell’attesa altra pausa caffè (turco) finchè lo SleepingTrains arriva per condurci, viaggiando di notte, a Luxor .

Le foto di questo articolo ( ad esclusione della foto degli interni del Museo del Cairo) sono state scattate da me.
Potete trovare le altre del viaggio in Egitto sul mio account flickr .


Se vuoi dire la tua ... DILLA!

2 commenti su “Egitto, giorno 3 : Il Treno della Speranza

  • SAMIRA

    QUASI MI è VENUTA RABBIA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO, IN CUI MI SONO IMBATTUTA PER PURO CASO,CERCAVO SOLO DELLE FOTO ULL’EGITTO PAESE DI CUI SONO A DIR POCO, INNAMORATA !!! PURTOPPO BISOGNA RENDERSI CONTO CHE FUORI DALL’ITALIA DEVI ADEGUARTI ..SONO STATA CIRCA 10 VOLTE AL MUSEO EGIZIO ….E PENSO L’ULTIMA COSA CHE MI SAREI RICORDATA SE QUALCUNO ME LO AVESSE CHIESTO è IL CALDO CHE C’ERA ALL’INTERNO!…………..E POI I MAESTRI PROFUMIERI SONO…”SIMPATICI”!! AHAHHAHA MA QUESTO LO PENSO SOLO IO …..:) 😯

    • MadGrin L'autore dell'articolo

      Carissima Samira,
      anche a me è piaciuto tantissimo l’Egitto e tutto quello che ho vissuto lo ricordo con piacere e divertimento! 😀

      Che ci siano stati dei disagi (nulla in confronto al recente viaggio in India 😯 ) però è oggettivo e seppur è una cosa da aspettarsi secondo me può essere una informazione utile da divulgare nell’ottica che il blog possa fornire qualche valido consiglio ad un viaggiatore che si accinga ad affrontare il viaggio in questi splendidi posti 😀

      Se cerchi delle foto prova a dare un’occhiata alle mie http://www.flickr.com/photos/madgrin/sets/72157605886433456/ ! 😎

      A presto e attenta al BLOC MAIUSC! 😉