Parola di MadGrin

State cercando la verità? Provate sotto il tappeto del salone …

Tag: turismo

Iraniani brava gente

Zein-o-Din: the support of nurses

Zein-o-Din: gli infermieri si preoccupano della nostra incolumità

Siti, libri e guide sull’Iran sono tutti concordi nell’affermare che una delle cose che colpisce maggiormente il viaggiatore è l’accoglienza della gente.

Dopo poco meno di un mese passato nell’antica Persia non posso che affermare che non c’è nulla di più vero!

Read More

In Bocca all'Orso!

E così eccomi in Canada!

Si è vero, non sarei dovuto essere qui, o almeno ci sarei dovuto essere di passaggio – qualche giorno a Vancouver e poi un piccolo aereoplanino mi avrebbe dovuto portare in Alaska – ma le vie del Signore (SpongeBob, intendo) sono infinite e strane e a volte sorprendenti. E così il mio giro è totalmente cambiato.

L’ho abbozzato in poco tempo copiando qui e là senza essere sicuro se riuscirò a farlo, senza prenotazioni, senza la sicurezza di non aver messo troppi chilometri tra le varie tappe e senza la certezza che non mi addormenterò guidando, che non bucherò le gomme della piccola auto economica che ho noleggiato e proprio nel momento in cui mi troverò nel nulla vicino ad una famiglia di orsi affamati o – avendo calcolato male i tempi – perderò l’aereo rimanendo qui. Magari a spremere le foglie d’acero per tutta la vita.

Le vie del signore sono infinite …

Back 2 Home

Check-in della UNITED a Washington Dulles Airport

Come tutte le cose belle anche la vacanza in giro per il sud America (e un pò di USA) è finita!

Ci sono tantissime cose che andrebbero raccontate, come il fatto che in Argentina ho conosciuto Belen e che mi ha anche dato la sua email, che l’Uragano Irene ci è piombato addosso e noi l’abbiamo affrontato passeggiando per 1h sotto l’acquazzone mentre gli americani scappavano a comprare candele e torce elettriche, che il volo di ritorno era pieno ma siamo stati generosamente ricompensati per stare un giorno in più a Washington (ma l’avremmo anche fatto a gratis!), che abbiamo abbondantemente contribuito alla pensione di Steve JobsW e lui non ci ha neanche detto grazie, che siamo stati alla Georgetown University e voglio tornare a studiare proprio lì, che Obama ci aveva prima invitato a casa sua ma poi hanno chiuso le visite e quindi nisba, che ho creato un nuovo stato in America con la pancia che ho messo su a furia di Waffle e cibo lardoso americano (ma buonissimo, grazie Denny’s!).

C’è tutto questo da raccontare e molto altro ancora per cui tenetevi pronti!

Un Romano in Romania

Questo ponte (martedì 29 è la festa dei SS. Pietro e Paolo, patroni della città di Roma) si parte per un breve viaggetto in RomaniaW per visitare la “città della bellezza” : BucarestW il cui nome deriva da quello del pastore albanese Bucur che in albanese si traduce, appunto, in “bello” (fonte Wikipedia).

Se tutto va bene ci si rilegge martedì!

Gnocco Morbidoso

Astronomical ClockSiamo tornati da più di una settimana dal nostro viaggetto a Praga ma ancora non riesco a togliermela dalla testa.

Non sono state tanto le sue bellezze architettoniche (e non) ad avermi entusiasmato ma è stato lui: lo gnoccone morbidoso al secolo il Knedliki!

L’Album Fotografico di Praga 2009 è già in preparazione su flickr ma, al momento che vi scrivo, le foto sono ancora poche.

Portate pazienza e a breve, soprattutto nella sezione World Food, troverete un nutrito (mai termine fu più azzeccato) reportage fotografico del nostro amico gnoccone!

P pppp PP pppp PPrrrrraaaaaaaga!

Dopo più di un lustroW dalla mia ultima visita mi sono finalmente deciso a ritornare a PragaW accompagnato, questa volta, dalla Premiata Coppia P&M con la quale avevamo già condiviso l’esperienza di Stoccolma e quella dell’ultima Londra.
Ho anche recentemente scoperto che per una pura coincidenza il buon Teo sarà negli stessi nostri giorni a Praga.

Mentre starete leggendo questo post noi saremo da poco in volo comodamente seduti su un fantastico aereo della Wizz Air o, forse, aggrappati ai suoi sedili in preda a spasmodiche urla mentre il veivolo precipita nel buio della notte.

Inutile a dirsi che l’unico obiettivo che mi spinge in questa missione è quello di affondare le mie zanne di ferro nei Knedliki, stupendi gnocchi di pasta lievitata generalmente affogati in un intruglio sugnoso fatto di sugo, pancetta, spinaci e altre golosità.

Knedliki

C’è forse il bisogno di dire che ne vedrete delle belle su World Food (il set dedicato alla fotografia dei cibi che curo sul mio account flickr) al nostro ritorno?

Altre (e penso ultime) foto di Stoccoma

Concludo la carrellata di immagini del viaggio a Stoccolma inaugurando questo nuovo (per me!) plugin di WordPress: NextGEN Gallery.

Slottsbacken

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: